L’Aperitivo Archeologico SOTTO PIAZZA NAVONA. Scopri la Roma Sotterranea

L’Aperitivo può essere persino SOTTO una piazza della tua città! Un viaggio nel tempo nella Roma sotterranea tra i resti dello Stadio di Domiziano. Il primo stadio in Muratura mai costruito in città e nascosto nei sotterranei di Roma! L’Aperitivo Archeologico Sotto Piazza Navona ti porta indietro nella storia di 2000 anni e alla fine le ricette sono quelle Romane antiche..di Columella, Catone, Apicio.
Si parte con la visita guidata! Scendi sotto Piazza Navona e qui trovi i resti delle platee dello Stadio! Storie e leggende sull’origine dello sport dalle prime Olimpiadi ad oggi…e oltre ai valori dello sportivo antico scoprirai la sua alimentazione! Un aperitivo in 5 ricette dalle fonti originali e il vino paradoxum! Le ricette dell’antica Roma sono state ricostruite in archeologia sperimentale ma soprattutto rese deliziose dallo chef!
Per prenotare scegli la data e riempi il form qui sotto. Riceverai a breve conferma di prenotazione.

LUOGO DI INCONTRO Stadio di Domiziano- Via di Tor Sanguigna 3, a lato di Piazza Navona
ORARIO E COSTI 19:30
Durata evento 1 ora e 30 minuti circa
Costo 20 euro
L’aperitivo è al coperto
COSA INCLUDE
Tessera associativa Ingresso al sito archeologico
Visita guidata di 45 minuti Cibo e vino antichi fino alle 22.30




Per ulteriori informazioni scrivi a ancientaperitif@gmail.com

Iscriviti alla newsletter e rimani informato su tutti i prossimi eventi!

Con l’Aperitivo Archeologico scopri tutte le epoche della tua città con visite guidate in siti eccezionali di Roma dove poi è pronto un “aperitivo antico” per te. Il sito archeologico determina l’epoca e l’atmosfera
Sotto Piazza Navona ti trovi tra le rovine Stadio di Domiziano e l’aperitivo archeologico è dell’Antica Roma.

IL SITO: LO STADIO DI DOMIZIANO

Quando scopri i sotterranei di Roma

“Sotto” PIAZZA NAVONA, un delle piazze più affollate della città, a cinque metri più giù della vita di tutti i giorni, dalla strada e il centro di Roma, si cela l’antico STADIO DI DOMIZIANO .
L’edificio venne fatto costruire dall’Imperatore omonimo tra l’85 ed l’86 d.C. per celebrare l’Agone Capitolino, una gara che si svolgeva ogni 5 anni dedicata a Giove Ottimo Massimo e istituita per imitare i giochi Olimpici greci, tanto cari a Domiziano. Era il primo stadio in muratura e misurava 275 metri in lunghezza per 106 di larghezza..poteva contenere fino a 30.000 spettatori

I giochi erano denominati agones e la famosa piazza che oggi lo ricopre, cresciuta nel tempo strato dopo strato deriva il suo nome proprio da agone: innagone, navone e finalmente Piazza Navona!

LA VISITA GUIDATA.
La visita guidata ci porterà nei sotterranei di Roma, e per la prima volta anziché passeggiare sopra..piomberemo SOTTO Piazza Navona e scoprendo lo Stadio di Domiziano, dove si tennero le prime vere “Olimpiadi” della Roma antica. Seguiremo la tematica dello Sport, i suoi significati, i suoi valori, ripercorrendo le tappe nella storia, dal mondo antico fino ai giorni nostri.

APERITIVO ANTICO.
E dai valori dello sport ai sapori dello sport. Cosa mangiavano gli atleti di 2000 anni fa? Il celebre lottatore Milone di Crotone si dice che mangiasse otto chili di carne e bevesse cinque litri di vino al giorno..così vinse le Olimpiadi ben 31 volte!
Assaggeremo insieme il “formaggio gallico”, vera riserva di energie per lottatori e gladiatori, scopriremo la “sagina”…la zuppa dello sportivo corretta con fieno greco! Antichi sapori a noi nuovi! I “globula” di papavero e lo street food dell’antica Roma da comprare prima di entrare allo Stadio!…e anche il vino sarà molto particolare…all’alloro…per non dimenticare il gusto della vittoria.

QUESTO E TUTTI GLI APERITIVI ARCHEOLOGICI SONO STATI IDEATI DALL’ARCHEOLOGO CIRO MARRA.

CASEUS PINGUIS
Ingredienti principali: Formaggio erborinato (gorgonzola), stracchino, erba cipollina, timo, prezzemolo, pepe
(Columella, De Re Rustica 12,59) è moretum!

SUCUM TISANAE
Ingredienti principali: Orzo, fieno greco, lenticchie, santoreggia, cipolla secca, cumino, coriandolo, pepe
Fonti letterarie: Apicio, De Re Coquinaria, V 5,1
Alicam vel sucum tisanae sic facies: tisanam vel alicam lavando fricas, quam ante diem infundis. imponis supra ignem. [vel dum] cum bullierit, mittis olei satis et anethi modicum fasciculum, cepam siccam, satureiam et coloefium, ut ibi coquantur propter sucum. mittis coriandrum viridem et salem simul tritum et facies ut ferveat.

FASEOLI VIRIDES Ex SALE
Fagioli con occhio, finocchio, uova, pepe, sale
(Apicio, De Re Coquinaria, V 8,1)
Faseoli virides et cicer ex sale, cumino, oleo et mero modico inferuntur.

MINUTAL MAZIANO
Carne di maiale, brodo vegetale, mele, porro, coriandolo, cumino, pepe, sale
(Apicio, De Re Coquinaria, IV 3,4)
Minutal Matianum: adicies in caccabum oleum, liquamen, cocturam, concides porrum, coriandrum, isicia minuta. spatulam porcinam coctam tessellatim concides cum sua sibi tergilla. facies ut simul coquantur. media coctura mala Matiana, purgata intrinsecus, concisa tessellatim mittes. dum coquitur, teres piper, cuminum, coriandrum viridem vel semen, mentam, laseris radicem, suffundes acetum, mel, liquamen, defritum modice et ius de suo sibi, aceto modico temperabis. facies ut ferveat. cum ferbuerit, tractam confringes et ex ea obligas. piper asparges et inferes.

GLOBULOS
Farina di segale, farina di grano, formaggio primo sale, ricotta, miele, semi di papavero
(Catone, De Agri Cultura, 79)
Globos sic facito. Caseum cum alica ad eundem modum misceto. Inde quantos voles facere facito. In ahenum caldum unguen indito. Singulos aut binos coquito versatoque crebro duabus rudibus, coctos eximito, eos melle unguito, papaver infriato, ita ponito.

VINUM PARADOXUM
(CORRETTO ALLA MANIERA ATLETICA)
Vino rosso, miele, zenzero, alloro
(Apicio, De Re Coquinaria, I,1)
Conditi paradoxi compositio: mellis pondo XV in aeneum vas mittuntur, praemissis vini sextariis duobus, ut in coctura mellis vinum decoquas. quod igni lento et aridis lignis calefactum, commotum ferula dum coquitur, si effervere coeperit, vini rore compescitur , praeter quod subtracto igni in se redit. cum perfrixerit, rursus accenditur. hoc secundo ac tertio fiet, ac tum demum remotum a foco post pridie despumatur. tum ‹mittes› piperis uncias IV iam triti, masticis scripulos III, folii et croci dragmae singulae, dactilorum ossibus torridis quinque, isdemque dactilis vino mollitis, intercedente prius suffusione vini de suo modo ac numero, ut tritura lenis habeatur. his omnibus paratis supermittis vini lenis sextaria XVIII. carbones perfecto aderunt [duo milia].

Aperitivo Archeologico sotto Piazza Navona